Nasce il nido Mon Ami

Nasce il nido Mon Ami

Il nido come prima palestra di vita

Il Centro Mon Ami si arricchisce di un nuovo servizio: “Il Nido in Famiglia Mon Ami”.

Dal 5 marzo al Mon Ami le Mamme, oltre ai laboratori dedicati a loro, troveranno uno spazio per giocare e intrattenersi con il proprio bambino e altre Mamme ma anche la possibilità di inserire il bimbo al  nido.

Il Premio Nobel per l’Economia, James Heckman, ha dimostrato che investendo nei primi tre anni ( del bambino) si genera un beneficio che perdura per tutta la vita, sia a livello scolastico sia a livello lavorativo.

Le ricerche compiute  sul potenziale di sviluppo che il nido rappresenta sui bambini nell’arco della vita non lasciano dubbi a proposito. I bambini che frequentano nidi di qualità hanno maggiori possibilità di affermarsi nella vita sia dal punto di vista degli apprendimenti culturali e quindi scolastici, sia dal punto di vista del successo individuale. A cosa fa bene il nido? Innanzitutto, spiega il pedagogista Daniele Novara , gli asili nido e i loro programmi ludico-didattici sono pensati in funzione dello sviluppo sensoriale del bambino. Fino al terzo anno di vita infatti, i bambini apprendono principalmente attraverso i sensi. Toccare, muoversi, mettere in bocca, udire, guardare: ogni esperienza è una scoperta. E al nido queste scoperte si possono fare in libertà attraverso semplicissime attività. Il nido è un luogo in cui il personale è formato e l’ambiente arredato in modo da rendere questo approccio ricco di stimoli. Altro aspetto fondamentale dell’asilo nido, è l’interazione con gli altri. E’ grazie al contatto con altre bambine e bambini che il piccolo comincia a riconoscere anche sé stesso, capisce come comportarsi socialmente, affronta a impara a gestire le prime interazioni. Inoltre, sviluppa maggiormente il linguaggio, forte della necessità di comunicare in quell’ambiente sociale diverso da quello protetto di casa.

 

No Comments

Post A Comment

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.